Soluzioni per i flussi di lavoro della fotografia

Dallo scatto alla modifica

Quando scatti fotografie naturalistiche, realizzi uno shooting di moda o effettui riprese aeree con il drone, devi assolutamente fare un backup delle immagini. La maggior parte dei professionisti si affida a un sistema di backup noto come "3-2-1", che realizza 3 copie per evitare di perdere i dati. Le soluzioni professionali di SanDisk Professional aiutano i fotografi dallo scatto all'editing, grazie a resistenti SSD portatili e potenti unità RAID.

Le persone investono nella professionalità di un fotografo per campagne pubblicitarie o articoli di riviste, [...] per questo insisto molto sul backup, perché non voglio più perdere altri dati. Adoro la portabilità, l'estrema leggerezza e la resistenza delle unità G-DRIVE SSD Mobile. Quando lavori in esterni, è fondamentale potersi spostare con facilità.

- Dixie Dixon, Ambassador

Download e backup

Sul set

È importantissimo verificare le immagini e fare il backup di tutto. Quando lavori in esterni può capitare di tutto, come un incidente per il maltempo o la perdita di uno zaino durante il viaggio. Molti fotografi hanno 3 copie che portano con sé separatamente, in caso ne andasse persa una. Gli hard disk e le SSD portatili di SanDisk Professional sono stati progettati per operare nelle condizioni più estreme: sono resistenti alla pioggia e alla polvere, agli schiacciamenti sotto un peso massimo di 907 kg e alle cadute. Per velocità di trasferimento più elevate, ti consigliamo l'unità G-DRIVE SSD. Per capacità di storage più elevate, ti consigliamo l’unità G-DRIVE ArmorATD, che arriva fino a 5 TB!

Editing e archiviazione

Nel tuo studio

L'editing regala momenti magici Le immagini RAW pesano sempre di più e la tecnologia delle fotocamere migliora ogni giorno. Pertanto è indispensabile avere un workflow pensato per archiviare tutte le tue immagini RAW. Le soluzioni desktop di SanDisk Professional sono state progettate in modo specifico per le operazioni di editing. Ti consigliamo di usare l’unità G-DRIVE PRO come disco di memoria virtuale di riferimento o l’unità G-RAID 2 se hai bisogno di ridondanza. Per i workflow più complessi, scopri le soluzioni G-RAID Shuttle. Tutti gli G-RAID Shuttle sono stati realizzati con dischi di classe enterprise, opzioni RAID personalizzabili e supporto del doppio protocollo USB-C per semplificare il trasferimento e la copia delle immagini.

SSD G-DRIVE

Con un grado IP67 di protezione da acqua, polvere e cadute da 3 metri3 e una capacità di resistenza a schiacciamenti max di 907 kg, la G-DRIVE SSD si dimostra una soluzione di storage resistente e affidabile.

G-DRIVE PRO

Una soluzione di storage ultrarapida ad alte prestazioni con interfacce Thunderbolt 3 e USB 3.2 Gen 1 in un case interamente in alluminio.

G-DRIVE ArmorATD

Un hard disk resistente e adatto a tutte le condizioni che non si ferma davanti a niente. Realizzato per i fotografi che lavorano in esterni, viaggiano di continuo e realizzano riprese aeree con i droni, questo dispositivo è resistente alla pioggia, alla polvere e agli urti grazie al triplo strato protettivo e al robusto case in alluminio.

G-RAID 2

G-RAID 2 è un hard disk a 2 slot da 7200 RPM, di classe enterprise e ad alte prestazioni, provvisto di Thunderbolt 3, connettività USB-C (supporta USB 3.1 Gen 2) e HDMI® per la massima flessibilità.

G-RAID SHUTTLE 4

Con capacità fino a 80 TB1 e velocità di trasferimento fino a 1100 MB/s2, l’unità G-RAID Shuttle 4 è la soluzione di storage ideale per i flussi di lavoro ad alta intensità.

Disclaimer:
1. 1 TB equivale a mille miliardi di byte. L’effettiva capacità utilizzabile potrebbe essere minore, in quanto dipende dall'ambiente operativo. Per i prodotti RAID, la capacità di storage si basa su RAID 0. Lo spazio totale disponibile per i contenuti dell'utente varia in base alla configurazione RAID.
2. 1 MB/s equivale a un milione di byte al secondo. In base alla velocità di [trasferimento], salvo specificato diversamente. Fino a 2800 MB/s o 1 TB per 7 minuti. Dati basati su test interni; le prestazioni possono essere inferiori in base alla capacità del disco, al dispositivo host utilizzato, al sistema operativo e all’applicazione.
3. Su un pavimento in cemento ricoperto di moquette.